Sanitaria Ortopedia Eur Pavese
 
News
Inizio orario invernale
 


 
Professionisti Medico Sanitari

Plantari

 

I plantari sono dispositivi medici destinati al trattamento di diverse patologie del piede.


Descrizione d'uso

Per il corretto inserimento del plantare nella scarpa allentare e/o aprire eventuali stringhe o cerniere che impediscano il corretto inserimento del plantare all'interno della calzatura; inserire ciascun plantare all'interno della relativa calzatura facendone aderire al fondo dapprima la parte anteriore, proseguendo poi con quella posteriore; procedere all'allacciamento/chiusura della calzatura secondo le usuali modalità. Il plantare risulterà inserito correttamente se indossata la calzatura, si avvertirà la sensazione di perfetta conformità al piede, in funzione anche agli adattamenti attuati da parte del tecnico ortopedico fornitore.
 

 

 

Indossate i vostri plantari con la calzatura prescritta unitamente al plantare o con calzature indicate dal tecnico ortopedico che vi ha fornito i plantari. Per l'uso con calzature differenti, interrogate preventivamente il tecnico circa l'idoneità reciproca fra calzature e plantari.


Tempi di utilizzo e controlli periodici
 

Per il successo della terapia è necessario attenersi scrupolosamente alle indicazioni date dal medico prescrittore. Chiedete, pertanto, al medico o al tecnico ortopedico di indicarvi i tempi di utilizzo dei plantari e la frequenza dei controlli periodici che mediamente è di 6 (sei) mesi. La fase più importante dell’acquisizione dei plantari avviene la prima settimana nella quale devono essere portati gradualmente: 1° e 2° giorno un paio d’ore, 3° e 4° giorno tre o quattro ore, e così via. Questo accorgimento facilita l’adattamento del piede al plantare, in caso contrario potrebbero nascere piccoli fastidi.


Consigli per la pulizia

È importante, per una maggiore durata nel tempo ed una corretta igiene del prodotto, effettuare una regolare pulizia dei vostri plantari. Strofinate delicatamente la superficie superiore dei plantari con una spazzola a setole morbide intrisa di sapone neutro da bucato in quantità modesta. Risciacquate, quindi, con acqua fredda o tiepida fino alla totale eliminazione del sapone. Senza torcere né strizzare, lasciateli asciugare in luogo ben ventilato e lontano da fonti di calore e di luce dirette.

La frequenza della pulizia è rapportata al tempo di utilizzo, al tipo di sudorazione del piede, nonché alle condizioni ambientali. Un lavaggio ogni quindici giorni può essere indicato in caso di una sudorazione media ed un uso regolare dei plantari di circa 10 ore al giorno.

Qualora si ravvedesse nei plantari una variazione della forma originaria a seguito di un ammorbidimento del materiale, imputabile ad un forte calore o ad un utilizzo continuo oltre i dodici mesi, recarsi dal tecnico per una verifica.
 

 

· COMUNICATE AL TECNICO QUALSIASI EFFETTO INDESIDERATO VERIFICATOSI DURANTE L'USO DEL PLANTARE.
 

· NON ESPONETE I PLANTARI A TEMPERATURE SUPERIORI AI 50°C, NE' AI RAGGI SOLARI. Potreste compromettere significativamente le prestazioni.
 

· IN PRESENZA DI CUTE LESA NON INDOSSATE I PLANTARI A PIEDI NUDI. Indossate calze in cotone, avendo preventivamente apposto sulle zone interessate dalle lesioni garze sterili e cerotti.
 

· EVITARE DI ESPORRE I PLANTARI AD INTENSE FONTI DI CALORE DIRETTE O INDIRETTE. I materiali che li costituiscono non sono ignifughi.